Come scaricare tutti i giorni “Il (nord) Sardegna” ad alta risoluzione

Il nord Sardegna
Il Sardegna e Il nord Sardegna sono due quotidiani regionali nelle edizioni, rispettivamente, per il sud e il nord della dell’isola.
Dopo una parentesi sfortunata (e immeritata, vista la qualità), i quotidiani gratuiti del gruppo epolis sono tornati.
Gratuiti perché sono distribuiti, oltre che a pagamento nelle edicole, “a regalo” in negozi e supermercati e via internet. Via internet ci si può iscrivere alla mailing list e ricevere giornalmente la versione a bassa risoluzione. Quella ad alta risoluzione è disponibile sulle rispettive homepages.
Ora, siccome che sono un vizioso, l’alta risoluzione mi piace di più. Ecco come scaricarla tutti i giorni.

(naturalmente, quanto sotto vale per tutti i quotidiani del gruppo epolis, basta cambiare opportunamente gli url e i nomi dei file da salvare).

Metodo 1 (per macintosh):
Con automator, creare una nuova azione come segue:
Azione automator

  1. Safari -> ottieni url specificati: bisogna indicare il nome del segnalibro (Il Sardegna) e l’indirizzo (http://ftppdf.epolis.sm/pdf/oggi.hi.SUD.zip).
  2. Safari -> scarica url: per creare la cartella dove salvare il tutto, ad esempio “Il Sardegna”. Chissà perché, la voce per scegliere una cartella diversa dalle predefinite si chiama “immagini” (l’ultima, senza icona).
    Cartella “scarica url”
  3. Finder -> rinomina elementi del finder: scegliere “sostituisci testo” dalla casella a discesa, cerca “oggi.HI.SUD” e sostitusci con “Il_Sardegna”.
  4. Finder -> rinomina elementi del finder: nella prima casella a discesa, “aggiungi data o ora”. Gli altri parametri: data/ora attuale, situato dopo il nome, separatore sottolineatura, formato anno mese giorno (così i files sono ordinati per data in modo semplice), separatore trattino (la barra non si può usare nei nomi di file).

Automator potrebbe spingersi oltre (decomprimere lo zipfile, confermare lo scaricamento con un avviso sonoro o addirittura la lettura di un testo, aprire il pdf…) ma a me basta così, il resto tocca a iCal.
Salva automator come plugin icalOra, registrando l’azione come plugin “Avviso iCal”,
opzioni iCal si può scegliere di eseguire l’azione tutti i giorni, naturalmente in un orario in cui il computer è acceso e collegato a internet.
Voilà, senza scrivere neanche una riga codice, il Mac farà tutto da solo, ogni giorno.
Per scaricare anche Il nord Sardegna, quello rosso, basta creare una nuova azione cambiando il link al punto 1 (ottieni url specificato) e il nome del file al punto 3 (NORD al posto di SUD, in cerca testo).

Metodo 2 (per Mac, linux):
Fare quanto sopra senza scrivere una sola riga di codice è troppo!
I veri geek queste cose le fanno con cron, e che cribbio! O quelli che non hanno un Mac*, naturalmente…
Lo script bash è il seguente:
#!/bin/bash
set CURL = /usr/bin/curl
GDS="gds"`eval date +%Y%m%d`".zip"
INS="ins"`eval date +%Y%m%d`".zip"
cd /homedir/Documents/IlSardegna/gds
CURL --retry 3 --retry-delay 10 -o $GDS http://ftppdf.epolis.sm/pdf/oggi.hi.SUD.zip
cd /homedir/Documents/IlSardegna/ins
CURL --retry 3 --retry-delay 10 -o $INS http://ftppdf.epolis.sm/pdf/oggi.hi.NORD.zip

“set CURL” serve a indicare allo script il full path di curl, utility cli (command line interface, “a linea di comando”) per scaricare files da un determinato url. Il full path di curl si ottiene con “whereis curl”.
“GDS” e “INS” è il nome del file scaricato, formato dalle iniziali (gds o ins, per distinguere i due quotidiani) e dalla data in formato “anno mese giorno”, senza spazi (per semplicità di gestione).
“/homedir/…” è la cartella dove verranno salvati i files, ovviamente da personalizzare (importante, se no lo script non funzia).
CURL viene chiamato con le opzioni “–retry 3″ (se qualcosa va storto, riprova fino a un massimo di tre volte), “–retry-delay 10″ (aspetta 10 secondi tra i tentativi), “-o” (salva col nome di file creato prima) e infine l’url del file da scaricare.
Lo script va salvato con permessi di esecuzione, da terminale: “chmod +x /percorso/nomescript” (se non va, provare “sudo chmod +x /percorso/nomescript”).
Ora lo script è eseguibile, e va dato in pasto a cron. Sul Mac, si può usare il freeware/donationware cronnix,
come configurare cronnix
cronnix configurato
oppure editare a manina il proprio crontab (/var/cron/tabs/nomeutente, sempre nel caso del Mac) con “crontab -e”.
A questo punto serve un cheatsheet di vi.
La linea da inserire, per eseguire lo script ogni mattina alle 9:30, è:
30 9 * * * "/percorso/nomescript"
Anche qui, alle 9:30 (o all’orario scelto), il computer deve essere acceso e collegato a internet, ovviamente.

Nota: la versione ad alta risoluzione pesa circa 10 mega, ciò vuol dire che in un mese, scaricando due quotidiani, ci si mangia 600 Mb di spazio su disco. Occhio!

*sempre ammesso che abbiano linux…

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>