Considerazioni a caldo sulle elezioni politiche

Il vero sconfitto di queste elezioni (o almeno, il più sconfitto in un mare di perdenti) è Giannino: è ormai chiaro che gli italiani votano per il Declino.

Quello che emerge finora è che il PDL festeggia la mancata disfatta, senza porsi minimamente il problema della governabilità.

E’ il momento di fare ciò che più vi piace come non ci fosse un domani, tanto di domani ne è rimasto ben poco.

Anche lasciando stare per un momento le “proiezioni dell’Apocalisse”, non ho ancora trovato la chiave di lettura per i presunti risultati elettorali. In particolare per PDL e movimento 5 stelle, non ho capito se i numeri siano dovuti all’effetto “scemo e più scemo” o se piuttosto, come a sinistra “c’è sempre uno più puro che ti epura”, a destra c’è sempre uno più fascio che ti sfascia.

Per il momento l’unica cosa certa sembrano i 340 seggi alla Camera per il PD, courtesy of Calderoli & Porcellum.

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>